iLapis, la matita in grafite che scrive su carta e su touchscreen

Economici ma imprecisi, tecnologici e costosi ma fragili o scomodi. I pennini per touchscreen in vendita sono tutti così. E Giulio De Vita, apprezzato fumettista della Sergio Bonelli Editore, lo sa bene. Per questo motivo ha inventato iLapis, che sfrutta la capacità conduttiva della grafite di una comune matita per scrivere su tablet o smartphone. Poiché i dispositivi touch non riescono a rilevare il tocco della punta della matita, perché troppo sottile, De Vita ha deciso di ricoprirla con una guaina trasparente di materiale conduttivo, per ampliare la zona di contatto e permettere al dispositivo di “riconoscere” iLapis. È così che la regina dei prodotti da cartoleria si trasforma in uno strumento elettronico e versatile, in grado di scrivere alternativamente su carta o su qualsiasi tipo di touchscreen.

iLapis è leggera, maneggevole, resistente, economica, e per questo adatta a essere utilizzata pure dai bambini per un primo approccio al disegno digitale. Se le tradizionali penne ottiche si inclinano fino a 45° circa, iLapis funziona anche a massime inclinazioni e consente di conservare lo stesso tratto sicuro e deciso che otterremmo scrivendo con una matita su un foglio di carta. Inoltre, rispetto ai comuni pennini, non possiede sensori di pressioneconnessione Bluetooth o Wi-Fi e quindi non necessita neanche di una batteria da ricaricare.

iLapis, brevettata dal suo ideatore, è stata protagonista di una campagna di raccolta fondi su Kickstarter che si è appena conclusa. Nonostante non sia stata raggiunta la cifra prevista, se le richieste avranno raggiunto la quota di diecimila pezzi, De Vita provvederà comunque a produrre le matite artigianalmente. In caso contrario, saranno realizzate in Cina. Inoltre, tutti i finanziatori del progetto che decideranno di acquistare iLapis (a un prezzo tra i 5 e i 10 euro), riceveranno in omaggio anche la matita Perpetua, creata con grafite riciclata e scelta come regalo ufficiale della Presidenza italiana per il prossimo vertice G7 di Taormina.

 

Photo credit: focustech.it, startupitalia.eu, tabletsforartists.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *